giovedì, ottobre 19, 2006

Domenica al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica...e non solo (parte seconda)

E ora parliamo del "...e non solo" del titolo del post.
Nella piazza su cui si affaccia l'ingresso del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica è presente anche la Basilica di San Vittore in Corpo. Tra le tante cose che mi appassionano c'è anche la storia dell'arte, sia essa architettura, scultura, pittura etc. e quindi spesso mi capita di voler entrare in una chiesa per ammirarne la struttura. Mentre mi muovo al suo interno per osservarne i particolari noto un espositore contenenti alcuni volantini con su scritto un messaggio tipo "Leggimi" o "Leggi qui", mi ero portata via una copia per poter riportare un estratto del testo che mi ha colpito, ma in questo momento non lo trovo :-(
Il volantino era una lettera del nuovo parroco dedicata ai giovani dove spiegava che un giorno avrebbe voluto portarli a vedere il Museo Rodin per farli ammirare una delle sue sculture: La Cattedrale.


the cathedral
Originally uploaded by nardell.

Personalmente non conoscevo l'opera e sono rimasta sorpresa quando il prete nella sua lettera ha spiegato che diversamente da quanto uno si possa immaginare la scultura non rappresenta una vera e propria cattedrale, e nemmeno una struttura architettonica similare, bensì due mani che sembrano stiano per congiungersi in preghiera. La particolarità che solitamente sfugge all'osservatore è che si tratta di due mano destre, appartenenti quindi a due individui distinti, a simboleggiare, così ha sostenuto il prete, la necessità di più persone per costruire una vera cattedrale, sede di una comunità cristiana.
A prescindere dalle mie particolari credenze, o non credenze, religiose, ho ammirato questo prete per aver scelto un modo singolare e alternativo per comunicare il suo messaggio ai giovani, credo che la Chiesa oggi dovrebbe muoversi sempre più in questa direzione, alla ricerca di mezzi diversi per far arrivare il proprio messaggio, si deve rinnovare, soprattutto nei confronti dei giovani perchè il rischio e che si allontanino sempre di più dalla religione (anzi più che allontanarsi in molti ormai si discostano nettamente da essa senza nemmeno provare ad avvicinarsi).

Technorati technorati tags: , ,

2 commenti:

ulbnp ha detto...

hai detto bene molti nemmeno si avvicinano...
ma il vero problema, oltre al modo in cui si propone la chiesa verso i giovani è dato dal fatto che la nostra società è assolutamente arida di valori riuscendo solo a propinare messaggi riguardanti duvertimento a tutti i costi (droga, sesso extra libero ecc...), mode sfrenate....! tutti devono essere al top fisicamete, devono essere belli, ricchi, fare serate da vip pieni di coca e cosi buona parte dei nostri coetanei (ho visto le tue foto e dovremmo avere circa la stessa età) sono degli autentici inetti...!
ma ti assicuro che se uno si spingesse a frequentare non dico gli ambiti inerenti alla chiesa (oratori ecc...) ma gruppi di volontariato e cose del genere ne uscirebbe sicuramnete arricchito...

ciao

lafra ha detto...

Ciao :-) Sono decisamente d'accordo con le tue osservazioni. Ho amiche che non si sentono a proprio agio in mezzo alla gente se non hanno ogni capello al posto giusto, french appena fatta, mascara extra voluminoso e tacco 12 (e ti dico che senza il loro fascino non ne risentirebbe), e amici che non riescono a divertirsi senza ubriacarsi o passare la serata a casa a fumarsi l'impossibile (fumarsi il "possibile" è sicuramente più divertente...) o in discoteca a pippare anche la polvere sul bancone del bar. Fortunatamente frequento anche persone che non rientrano in nessuna delle due categorie e aggiungo che comunque anche in quelle che ne fanno parte ci sono moltissime qualità (senza le avrei probabilmente perse di vista da tempo)